Plumcake

Il Plumcake è una ricetta tradizionale anglosassone, tanto semplice nella realizzazione quanto diffusa e apprezzata.

In qualsiasi supermercato italiano questi dolcetti si trovano confezionati e pronti da gustare, ma vista la facilità della ricetta vale la pena provarla in casa e gustarne il sapore delicato e genuino.

Ingredienti

220 grammi di farina
160 grammi di zucchero
3 uova
50 grammi di fecola di patate (farina addensante ricavata dall’amido delle patate)
150 ml di yogurt bianco
130 ml di olio di semi
1 bustina di lievito per dolci
Zucchero q.b.
Rhum q.b.

In una terrina sbattete le uova con lo zucchero, fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Continuando a mescolare aggiungete lo yogurt e l’olio. Unite quindi farina, fecola e lievito, lavorando il composto per evitare la formazione di grumi.

Accendete il forno a 180° e procedete a imburrare e infarinare una teglia da Plumcake (di quelle strette e oblunghe). Versatevi l’impasto, riempiendola per metà, e infornate per una mezz’ora.

Cercate di non aprire il forno durante la cottura, in quanto comprometterebbe la lievitazione del dolce, che deve invece gonfiarsi al centro.

Allo scattare del timer controllate la cottura con uno stuzzicadenti: se estraendolo dal dolce rimane asciutto, è pronto. Spegnete il forno e lasciatevi il dolce ancora per qualche minuto, poi spolverizzate a piacere con zucchero a velo e servite.

Le varianti di questo dolce sono moltissime. È possibile aggiungere all’impasto farina di cocco o latte di cocco, oppure sostituire lo yogurt bianco con uno a gusti di frutta (banana o fragola, per esempio) o ancora aggiungere gocce di cioccolato. Dividendo l’impasto in due parti e aggiungendo cacao amaro a una delle due, otterrete invece il caratteristico Plumcake variegato al cioccolato.

È un dolce ottimo per colazione, ma anche come merenda in accompagnamento a una tazza di the.

Tagged: , ,

Comments are closed.